Login Utente Password Password dimenticata? Registrati!
Qualità e innovazione dal 1946
Cavi professionali



Gestione della potenza

Tensione massima di picco (Peak Voltage)
E’ la massima tensione di picco applicabile tra i conduttori del cavo onde prevenire la foratura del dielettrico (breakdown voltage). Questo dipende esclusivamente dalle caratteristiche di isolamento del dielettrico. La formula per determinare il peak voltage è come segue: Ed * Ri * ln (Re / Ri), dove “Ed” è la rigidità dielettrica del polietilene (valore di isolamento elettrico), “Ri” è il raggio interno del dielettrico e “Re“ è il suo raggio esterno.

Potenza massima di picco (Peak Power)
Dalla tensione massima di picco e dall’impedenza, si ottiene la potenza massima di picco (Peak Power), che è indipendente dalla frequenza. Si calcola nel seguente modo: (V peak max)2 / (2 * Zo), dove Zo è l’impedenza del cavo. Questo valore non va mai oltrepassato..

Gestione della potenza (Power Handling)
La gestione della potenza indica i parametri di potenza alla quale un cavo può operare, e dipende dalle caratteristiche dei conduttori (interno / esterno), ma specialmente dalla capacità del dielettrico di dissipare il calore. Il Power Handling è fortemente correlato alla frequenza d’uso, ed è inversamente proporzionale a questa. I valori stabiliti nella tabella, si riferiscono alla temperatura rilevata sulla superficie del cavo a 40 C°/104 F°(si prega di prendere in considerazione che quando è esposto alla luce solare diretta, il cavo si surriscalda), a un ROS inferiore a 1.5 e a un’altitudine da 0/300m slm. Più elevata è la temperatura operativa (ambiente), minori sono le chances di dissipare il calore generato all’interno del cavo verso l’esterno. Al contrario, con basse temperature il calore è facilmente dissipato, cosicché il cavo può operare a potenze più elevate.

Fattore Temperatura K1 - Temperature Factor K1

La Power Handling è calcolata alla temperatura di 40°C(misurati sulla superficie del cavo stesso) e le variazioni in più o meno, portano a un decremento o aumento di questo valore.

 

Guardare anche le tabella dove questo fattore è stato già calcolato per ciascun cavo (T1,T2,T3,T4,T5,T6 )

Per vedere le tabelle cliccare qui

 

Un altro fattore da considerare è l’adattamento di impedenza dell’impianto, che se non ottimale, genera onde stazionarie VSWR o ROS. A valori medio bassi (1 – 1.5) queste non modificano sostanzialmente la power handling ma a valori elevati il cavo deve sopportare sia la poten za incidente che quella riflessa. Di conseguenza la Power Handling scende. Nel grafico N2 si ricava il coefficiente (ROS) che moltiplicato per il valore della Power handling dichiarata fornisce la potenza massima ammessa in funzione del ROS testato nella vostra linea.

Coefficiente ROS - Coefficient VSWR

E’ interessante sapere che anche l’altitudine interagisce con questo dato: più in alto saliamo di quota, maggiormente la dissipazione del calore diminuisce. Il grafico N3 fornisce il coefficente di altitudine K3.

Pertanto per avere un dato assoluto di Power Handling si deve moltiplicare il valore relativo alla temperatura (nelle tabelle T1,T2,T3,T4,T5,T6) per il fattore K2 (ROS) e il risultato per il fattore K3 (Altitudine).

Per vedere le tabelle cliccare qui

Fattore Altitudine K3 - Altitude Factor K3

Si deve inoltre considerare il tipo di trasmissione Rx-Tx (RTTY o SSB) Alterazioni fisiche accidentali e valori di ROS eccessivi (disadattamenti di impedenza) vanno sicuramente ad aumentare la potenza che il cavo deve dissipare in calore. Nelle trasmissioni in SSB con portanti di 5 o 6 secondi e altrettante interruzioni, i valori di amplificazione riportati in tabella possono essere quasi raddoppiati senza superare mai la potenza massima di picco.

 

Attenuazione Vs Temperatura
La temperatura influisce anche sull’attenuazione (dB) del cavo. Con escursioni termiche modeste, la variazione non è molto importante, ma se ci si allontana dalla temperatura di riferimento (in questo caso 20C°), questa può subire variazioni riscontrabili dagli “operatori” più attenti. Per calcolare la variazione di attenuazione in rapporto alla temperatura, moltiplicare il coefficiente K4 (nel grafico N4) per l’attenuazione.

Rapporto Attenuazione/Temperatura - Attnuation/Temperature Ratio

 

PER CONSULTARE LE TABELLE T1, T2, T3, T4, T5, T6 cliccare qui

 

Newsletter
Seguici anche su
Facebook 
Youtube 
Pagamento con

PayPal Mastercard Visa Postepay American Express

RICEVI IN 24/48 ORE CON

GLS UPS MAIL BOXES

Messi iso-certified

Messi & Paoloni Srl Tel. 0712861527 Email: weborders1@messi.it Via Giovanni Conti, 1 60131 Ancona (AN) - Italia Cod. Fiscale 00109100420 Partita Iva 00109100420
EGESTX Engine (Copyright © 2000-2017 NTX Web business)